16 Giugno 2019

A un punto dalla storia. L'Fc Ponsacco 1920 batte in rimonta la Sangiovannese e si ferma a un passo dalla promozione in C

Ponsacco, domenica 5 maggio 2019 - A un punto dalla storia. Si ferma lì la corsa dell’Fc Ponsacco 1920, ad un misero punto di distanza dalla serie C e dal professionismo, il traguardo che tutta una comunità sogna da 22 anni. In serie C sale la Pianese che ha vinto a Forte dei Marmi contro un Seravezza fino a oggi imbattuto fra le mura amiche e conservato il vantaggio minimo, quella spanna in più che passa fra il trionfo e l’imprecare contro la malasorte.
Ma in ogni caso nessun rimpianto. Perché il club rossoblù compie un altro passo in avanti, nient’affatto scontato, migliorando di una posizione il terzo posto dell’anno scorso, che gli vale anche la qualificazione al turno preliminare della Coppa Italia dei “big”. E soprattutto perché questo pomeriggio, contro una Sangiovannese affamata di punti salvezza, i rossoblù dovevano solo vincere per non uscire dal campo con il rammarico di quel che poteva essere e non è stato. E lo hanno fatto, con un successo in rimonta, al termine di una gara nient’affatto in discesa e che era cominciata che peggio non si potrebbe. Anche se dalla Versilia non è arrivata quella notizia che tutta una comunità attendeva.
Perché è stato quasi un ritrovo di popolo quello di ieri pomeriggio al Comunale di via della Rimembranza. Con più di mille persone assiepate sui tubolari del vecchio e glorioso stadio ponsacchino. Una passione più forte del maltempo e delle previsioni meteo infauste.
Lo spettacolo si apre prima del fischio d’inizio, protagonista la Gradinata “Moni”, il feudo della tifoseria rossoblù con una coreografia da brivido, testimonianza di una comunità stretta attorno ai propri beniamini. E prosegue in campo, con una prova che è la fotografia di tutta una stagione.
Perché la squadra di Colombini, che deve rinunciare a Lici e Calabrese e lascia prudenzialmente Tazzer in panchina, parte sì con il piede schiacciato sull’acceleratore collezionando ben quattro angoli in cinque minuti. Ma va sotto la prima volta che la Sangiovannese si affaccia dalle parti di De Carlo: è il 10’, infatti, quando Mugelli brucia in velocità mezza difesa di casa e libera Mencagli a centro area che di piattone non lascia scampo al portiere di casa. Lo svantaggio è una mazzata, anche perché subito dopo arriva la notizia del vantaggio della Pianese sul Seravezza. Doveri e compagni accusano il colpo, barcollano anche e alla mezzora rischiano di capitolare, ma De Carlo è prodigioso in uscita su Regoli, lanciato da Mugelli.
Dopo, però, la partita diventa un monologo rossoblù. Che si ricompattano, stringono i denti, schiacciano il piede sull’acceleratore e ripartono all’assalto: al 38’ Semprini di testa fa la barba al palo su un angolo di Mariani. Un minuto dopo azione fotocopia ma dalla bandierina opposta: stavolta stacca Gremigni e Mazzolli salva sulla linea. Il forcing rossoblù è incessante: al 41’ è Brega a incornare a lato, liberato da un bel traversone di Becagli. E al 44’ Semprini protesta per un tocco di mano in area di Mazzolli ma raccoglie solo un cartellino giallo.
L’inerzia della partita non cambia nemmeno nella ripresa: al 6’ Doveri, nel cuore dell’area di rigore valdarnese, appoggia a lato dopo un affondo sulla destra di Mariani, al 10’ ci prova Caciagli con una bomba dalla distanza ma Scarpelli vola e devia in angolo. Il gol è nell’aria e arriva al 16’ con Negri, subentrato nel frattempo a Mariani, che salta più in alto di tutti e incorna di prepotenza il punto del pari. Da Forte dei Marmi, dove il Seravezza ospita la Pianese arriva la notizia del raddoppio degli amiatini, ma per Doveri e compagni la musica non cambia. Bisogna vincere per non avere rimpianti : così prima (28’) Brega arpiona in area di rigore un traversone di Doveri e da posizione impossibile costringe alla super-parata Scarpelli. Poi, al 40’, Mazzanti firma il gol del sorpasso con un’altra perentoria incornata su angolo di Caciagli. Dopo c’è tempo ancora per un super intervento di Scarpelli che al 46’ vola all’incrocio dei pali e smanaccia in angolo una sassata di Brega. Fra i professionisti sale, comunque, la Pianese. Al Fc Ponsacco 1920 il merito di aver tenuto vivo il campionato fino all’ultimo secondo. E il tributo e gli applausi della propria tifoseria.


FC PONSACCO 1920 – SANGIOVANNESE 2-1


FC PONSACCO 1920: De Carlo; Gremigni, Colombini II, Mazzanti, Becagli (dal 15’st Tazzer); Mariani (dall’11’st Negri), Caciagli, Castorani (dal 7’st Tehe); Doveri; Semprini (dal 30’st Zorica), Brega. A disp. Bartolozzi, Albanese, Matteoni, Menichetti, Caruso. All. Colombini I
SANGIOVANNESE: Scarpelli; Marghi, Santini, Benedetti, Gautieri (dal 24’st Tafani); Rontini, Mazzolli, Tacconi; Regoli (dal 38’st Petrova), Mencagli, Mugelli. A disp. Allegranti, Lorenzoni, Baldesi, Kondaj, Calvetti, Polo, Gerardini. All. Calori.
Arbitro: Cavaliere di Paola
Marcatori: pt 10’ Mencagli; st 16’ Negri
; 40' Mazzanti.
Note: Angoli 15 a 1 per l’Fc Ponsacco 1920. Recupero: pt 0’; st 5. Espulso Petrova per doppia ammonizione. Ammoniti Semprini, Negri e Zorica. Spettatori: mille circa.


Fonte: Ufficio Stampa Fc Ponsacco 1920

I nostri Sponsor

[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Jersey Sponsor

[]

Second Jersey Sponsor

[]

Third Jersey Sponsor

[]

Technical Sponsor

[]

www.lartedellosport.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata