F.C. Ponsacco 1920

L’attaccante più forte della serie D è Cristian Brega. Stasera a Viareggio la premiazione

Ponsacco, venerdì 14 giugno 2019- Lo hanno detto le statistiche e lo ha confermato il giudizio di addetti ai lavori e tifosi: l’attaccante più forte di tutta la serie D nella stagione 2018/19 è Cristian Brega dell’Fc Ponsacco 1920. I numeri avevano già dato il loro responso a metà maggio dopo la finale play-off con il Gavorrano, epilogo della stagione regolare: con 27 gol in 38 partite (25 in 36 se si considera solo il campionato), il bomber rossoblù è stato il giocatore più prolifico di tutti i campionati di serie D. Nessuno ha fatto meglio.Nei giorni scorsi, però, è arrivato anche il responso del “Voting D Club”, organizzato dal Dipartimento interregionale della Lega Nazionale in collaborazione con Corriere dello Sport e Tuttosport, basato sui voti espressi dai lettori dei due quotidiani (50%) sommati a quelli della giuria “D Club” (50%) composta dai giornalisti Biagio Angrisani del Corriere dello Sport, Guido Ferraro di Tuttosport, dal tecnico della Rappresentativa Under 19 di Serie D Tiziano De Patre e dal consigliere del Dipartimento interregionale Maria Teresa Montaguti. Anche per loro il più forte attaccante della serie D nella stagione 2018/19 è stato Cristian Brega dell’Fc Ponsacco 1920. Che, dunque, stasera alle 19, nel corso della cerimonia organizzata al Grand Hotel Royal di Viareggio, riceverà il prestigioso insieme agli altri calciatori designati dal “Voting D Club”.Questo l’elenco completo dei giocatori premiati:
Miglior portiere: Marco Manis (Sanremese)Miglior difensore: Mattia Spera (Ligorna)Miglior centrocampista: Mattia Di Prisco (Portici)Miglior attaccante: Cristian Brega (Fc Ponsacco 1920)Miglior under Gaetano Vitale (Sorrento)Miglior allenatore: Domenico Giacomarro (Picerno)Premio D Club alla carriera: Piero Braglia (allenatore del Cosenza) e Ranko Lazic (allenatore Francavilla). Premio D Club alla memoria: Marzio Brombal (presidente Montebelluna)

Fonte: Ufficio Stampa fc Ponsacco 1920

Condividi